Registrazione di hashtag come marchio - Studio LA&P

Registrazione di hashtag come marchio

hashtag come marchio registrato

Si può registrare un hashtag come marchio? L’hashtag è una parola o frase preceduta dal simbolo (#) e serve ad etichettare e indicare l’oggetto o un determinato argomento di un messaggio sui social media. Tale “etichetta” digitale ha acquisito negli anni un’importanza sempre maggiore nell’ambito della condivisione e pubblicità social dal momento che permette di individuare con facilità una serie di contenuti online riguardanti un determinato argomento oppure business. 

Data l’importanza dell’hashtag per fini di marketing sui social media è opportuno chiedersi se è possibile registrare un #MarchioRegistrato o uno #Slogan come marchio e, in caso positivo, se si possiede già un marchio registrato che si può far valere contro eventuali abusi online, quale ulteriore tutela può garantire la registrazione di un #MarchioRegistrato?

Hashtag come marchio negli Stati Uniti

Il sistema giuridico degli Stati Uniti è l’unico che presenta una disciplina chiara in tema di registrabilità degli hashtag come marchio. Difatti, il manuale di procedura per l’esaminazione alla registrazione dei marchi (Trademark Manual of Examining Procedure) al paragrafo 1202.18 specifica che un segno preceduto dal cancelletto (#) non costituisce un marchio perché svolge la funzione di facilitare la categorizzazione e la ricerca all’interno di una piattaforma social. Tuttavia, si precisa che si deve procedere ad un’analisi di volta in volta: un termine preceduto da un hashtag può essere registrato come marchio qualora svolga la funzione tipica del marchio (cioè, indicare ai consumatori l’origine commerciale dei prodotti/servizi).

Hahshtag come marchio nell’Unione Europea

Una impostazione simile a quelle degli Stati Uniti è stata adottata anche in Unione Europea. La recente giurisprudenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha precisato che è possibile ottenere la registrazione di un marchio commerciale che consista in un segno contenente un hashtag qualora questo abbia tutti i requisiti necessari per la registrazione previsti dalla normativa europea. Quindi, la Corte non esclude a priori la possibilità di registrate un #MarchioRegistrato precisando che è di competenza dell’ufficio di registrazione valutare la registrabilità dell’hashtag come marchio in base ai parametri standard di registrabilità.  

Concordemente, il Tribunale aveva dichiarato nel caso T-753/18, precedente di alcune settimane alla decisone della Corte, che il marchio “#bestdeal” (“#miglioraffare”) non poteva essere registrato come marchio dal momento che l’elemento verbale “best deal” costituisce un messaggio banale ed elogiativo dei prodotti venduti: il simbolo “#” non aggiungeva alcun ulteriore carattere distintivo al segno da poterlo rendere distintivo e, quindi, registrabile.

Hashtag come marchio in Italia

Per quanto riguarda il sistema giuridico italiano, la possibilità di registrare un #MarchioRegistrato si può individuare nel codice della proprietà industriale (D.lgs 30/2005) agli articoli 2 e 20 e 22. Sebbene non sia presente giurisprudenza o linee guida circa la registrabilità dell’hashtag come marchio l’ufficio italiano della proprietà intellettuale (UIBM) ha negli anni accolto domande di marchi contenenti hashtag. In aggiunta, dal momento che, sebbene con limitazioni, anche a livello europeo l’ufficio EUIPO accoglie questa tipologia di marchi, un’eventuale registrazione di #MarchioRegistrato coprirebbe anche il territorio italiano.

Si può registrare un Hashtag come marchio?

Alla luce delle considerazioni svolte emerge come sia possibile, nei vari ordinamenti, ottenere la registrazione di un #MarchioRegistrato. Pertanto, si deve tenere presente che l’utilizzo degli hashtag, essendo questi assimilabili a marchi registrati, deve essere effettuato in maniera accorta e consapevole delle limitazioni concorrenziali. Concordemente, non sarà permesso l’utilizzo di hashtag che creino confusione circa l’origine commerciale dei beni e/o servizi tra l’utente e l’effettivo titolare del marchio.

In conclusione, qualora si possegga già un marchio potrebbe essere utile registrare anche il rispettivo #MarchioRegistrato per rafforzare il messaggio comunicato dal marchio usato all’interno del post e si potrebbe preferire registrarlo anche con il simbolo # per ottenere una tutela maggiore da parte delle piattaforme in cui il #MarchioRegistrato viene utilizzato.

Calendar
Giugno: 2020
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  
Social